Servizi

Carte escursioni Val Comelico

  • Escursioni generali

    • STRADA DELLE ANTE - DANTA

      Itinerario di grande valore storico, strategico in passato per il collegamento tra i paesi ed il Cadore. Fanno da contorno al sentiero boschi di conifere, fienili e barchi. La sensazione è quella di immergersi in un angolo di paradiso a pochi minuti dai centri abitati di S.Stefano e Danta. Di particolare interesse il punto panoramico presso S.Barbara, alle quote superiori.

    • CIMA COLESEI – CRESTON POPERA

      Itinerario in ambiente dolomitico, ad un passo dalle pareti verticali di alcune tra le principali vette dolomitiche. Molto vario con tratti che si sviluppano su comode sterrate alternati a salti rocciosi e cenge attrezzate.

    • ESCURSIONE PULE' - FEDERA

      Itinerario di grande interesse naturalistico-paesaggistico; il suo fascino lascia increduli e sereni, avvolti da quell'alone di mistero che ha fatto nascere storie magiche con figure mitologiche. Ripercorre le vie di collegamento delle frazioni del comune di S.Stefano attraversando praterie, boschi di conifere e vicoli paesani.

    • MONTE ZOVO

      Itinerario facile, adatto ad escursionisti, al centro della Val Comelico. L'escursione porta, attraverso comode strade immerse nei boschi di Costalissoio e Costa, alla cima del Monte Zovo, punto panoramico esemplare con panorama a 360° sui paesi della Val Comelico - Sappada.

    • COSTALTA

      Itinerario facile, adatto a famiglie, di grande fascino. Percorre le vie di Costalta, paese d'arte abbellito dalle sculture degli artisti locali, per immettersi nei pascoli e i boschi percorsi da una fitta rete di sentieri.

    • ANELLO DEL VAL VISDENDE

      Itinerario dal grande fascino, immerso nel silenzio dei boschi secolari al centro di una valle glaciale pianeggiante. Permette di scoprire gli antichi borghi della valle, a contatto con la natura incontaminata e circondati da un atmosfera magica.

  • Escursioni geologiche

    • MONTE QUATERNA'

      Ambiente suggestivo formatosi in svariati milioni di anni per una straordinaria successione di eventi. Il Monte Quaternà, caratteristico per le tinte nerastro-verdastre e la forma piramidale, dal punto di vista geologico non trova termini di paragone: antico camino vulcanico da tempo inattivo sorge al margine della Regione Dolomitica. Per la sua collocazione e la sua conformazione è stato teatro di scontri durante la Grande Guerra.

    • VAL VISSADA

      Itinerario molto vario i cui scorci lascino sempre stupefatti. Passando da boschi di conifere a mughete, praterie di alta quota, ghiaioni e rocce si è avvolti da un silenzio surreale, rotto dallo scorrere delle acque sulle rocce ed il cinguettio degli uccelli. La conca modellata dai ghiacciai in ritiro è contornata da ripide pareti e torrioni affascinati che hanno ispirato varie legende paesane.

    • CIMA COLESEI – PASSO M.TE CROCE COMELICO

      Di tutte le particolarità che caratterizzano questo itinerario, sito nelle Dolomiti Orientali, si è scelto di approfondire gli aspetti stratigrafici, mettendo in evidenza le peculiarità delle rocce dolomitiche tra le più caratteristiche della regione alpina orientale eppure poco conosciute. In questo itinerario viene proposto un approfondimento conoscitivo, volto ad evidenziare come spesso erroneamente rocce tanto diverse vengano raggruppate sotto l'appellativo "Dolomia": spesso infatti viene confuso il termine Dolomiti, inteso quale appellativo della regione Dolomitica, con il termine Dolomia, roccia sedimentaria contenente il minerale "dolomite".

    • TORBIERE DI DANTA

      Itinerario di grande interesse naturalistico; il suo fascino lascia increduli e sereni, avvolti da quell'alone di mistero che ha fatto nascere storie magiche di elfi e streghe. Stupisce la tenacia delle specie che vivono questi ambienti vulnerabili che hanno sviluppato forme e colori unici.

    • ACQUE SOLFOROSE

      Itinerario di grande interesse naturalistico e paesaggistico; si sviluppa in quota, con un dislivello ridotto, in un ambiente unico, dominato da abeti di alto fusto secolari. Con una piccola deviazione si raggiunge la famosa sorgente "Aga Puža" che fa di Padola un comune termale. Le mineralizzazioni presenti nell'acqua hanno dato vita ad un ambiente vegetale molto particolare e suggestivo.

    • CRESTA DEL PALOMBINO

      Itinerario molto lungo di grande interesse geologico; Escursione al margine orientale delle Dolomiti, tra rocce dalle varie tinte e forme che stanno a testimoniare l'evoluzione tettonica polifasica e quella morfologica di questa regione. Le chiare rocce della regione dolomitica, organizzate in torrioni e guglie, passano alle scure rocce metamorfosate della cresta di confine. Ambiente selvaggio, vario, molto suggestivo circondato da un panorama mozzafiato.

  • Escursioni culturali religiose

    • GERA SAN NICOLO'

      Percorso di grande interesse culturale e paesaggistico; alla scoperta della misteriosa e affascinante chiesetta della Ss. Trinità e di Santa Giulia a Gera, fino ad arrivare alla preziosissima chiesa di San Nicolò, che conserva il ciclo d'affreschi più completo presente sul territorio cadorino.

    • SANTO STEFANO DI CADORE

      Percorso di grande interesse storico, dalla scoperta degli antichi piloni votivi, fino alla commemorazione dei nostri soldati caduti in guerra presso il Cimitero Monumentale Militare del Comune di Santo Stefano di Cadore.

    • DOSOLEDO CASAMAZZAGNO CANDIDE

      Percorso culturale sulle orme del capomastro carnico Nicolò Roupel e delle sue chiese: San Leonardo vecchio a Casamazzagno e Sant'Antonio abate a Candide. L'itinerario guida infine al sentiero detto "troi dli tradizion", lasciando il viaggiatore immerso nell'atmosfera artistica locale del passato e del presente.

    • PADOLA DANTA

      Questo percorso unisce arte e religiosità con la natura circostante. Permette di collegare due chiese magnifiche, sperdute ed immerse nel paesaggio. La chiesa di Sant'Anna invita serenamente ad entrare nella penombra del bosco alle sue spalle, mentre Santa Barbara ci accoglie e sembra di essere al sicuro nell'abbraccio delle montagne che ci circondano e riempiono la nostra vista.

    • CASADA COSTALISSOIO

      Itinerario che permette di percorrere la strada dei nostri nonni: la via che un tempo collegava i paesi di Costalissoio, Casada e Santo Stefano, accompagnata da numerose presenze religiose realizzate a protezione dalle difficoltà del tragitto e dalle fatiche quotidiane.

    • COSTALTA

      Passeggiata tra le case di legno, testimonianza della tradizione e dell'economia alpina del passato. Queste zone, oggi estranee dal centro abitato, erano un tempo il fulcro della vita paesana e come tali accompagnate da numerose presenze del sacro, a protezione del bestiame e come rassicurante compagnia quotidiana.

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Query Database